Domenico Cirillo

18 aprile del 2004
Nel pomeriggio di quella domenica del 18 aprile del 2004 a Grottammare calda cittadina della riviera delle Marche, in provincia di Ascoli Piceno, nella sala Kursall, due ricercatori indipendenti Casertani Vincenzo Iorio e Domenico Cirillo, sponsorizzati dalla associazione O.N.N.E.
Osservatorio Nazionale delle Nuove Energie annunciano pubblicamente i risultati di un loro esperimento scientifico sulla “Fusione Fredda” o come successivamente fu battezzata “Trasmutazione Fredda”.
Da un punto di vista molto generale l’esperimento risulta essere la replica del lavoro pubblicato da Thadahiko Mizuno nell’aprile del 1998 in occasione della conferenza di Vancouver ICCF-7.
Ma, i nostri ricercatori italiani hanno approfondito in maniera diversa il fenomeno e hanno studiato alcune varianti che hanno contribuito a rendere la cella italiana sostanzialmente diversa da quella giapponese.
Inoltre, sono risultate fondamentali alcune analisi che hanno permesso di elaborare una teoria completa e originale. La teoria e’ stata concepita interamente dai due ricercatori di Caserta ed e’ confrontabile attualmente con le suggestive interpretazioni della teoria matematica di Widom e Larsen. Grazie a tutto questo lavoro, i due Casertani sono stati invitati all’inizio di novembre del 2004 a prendere parte alla manifestazione ICCF11 tenutasi a Marsiglia. In questa manifestazione i due ricercatori hanno illustrato ai convenuti il loro esperimento e la loro teoriabase.