anomalia magnetica del lago Vostok

La superficie del lago, sarebbe quindi situata 135 metri sotto il livello medio del mare e, siccome la profondità massima è di 800 metri (profondità media 670 metri), il fondo del lago si troverebbe 935 metri al di sotto del livello medio del mare.
Secondo i dati ufficiali la temperatura dell’acqua del lago sarebbe di -3 gradi celsius, e la forma liquida dell’acqua del lago sarebbe mantenuta dall’enorme pressione causata dalla calotta di ghiaccio.
Altre fonti indicano invece che in alcuni punti del lago si raggiungerebbe la temperatura di 19 gradi celsius, e ciò indica che probabilmente, al di sotto del lago, vi sia una forte attività geotermica.
Al momento vi sono controverse opinioni su quanto sia antico lo strato di ghiaccio che sovrasta il lagoVostok.
Mentre alcuni scienziati  indicano un’antichità di 420 millenni, altri ricercatori sostengono che la cappa ghiacciata si sia formata solo 13 millenni or sono.
A partire dal 2001 un gruppo di scienziati statunitensi ha iniziato a sorvolare il lago Vostok a bassa quota, con lo scopo di studiare l’attività magnetica che si verifica presso il lago.
Durante questi sorvoli è stata scoperta una potente anomalia magnetica nella zona sud-orientale del lago.
La discrepanza è stata calcolata in 1000 nanotesla, una quantità enorme, le cui cause sono ignote.
Altra caratteristica dell’anomalia è la sua straordinaria ampiezza: si estende per ben 166 chilometri quadrati.
Gli scienziati russi della stazione Vostok, che hanno confermato l’esistenza dell’enorme lago di acqua dolce, molto sotto la superficie del ghiaccio, sono stati tra i primi ad eseguire la perforazione del ghiaccio per raggiungerlo.
I ricercatori russi affermano di aver trovato nelle acque del lago, circa 3.500 forme di vita, campioni biologicamente attivi di batteri e prove fossili risalenti a circa 15 milioni di anni fa.
La NASA è interessata a studiare l’area per le somiglianze che potrebbe avere con Europa, la gelida luna di Giove. Come ha infatti dichiarato lo scienziato Kevin Hand, vice capo dell’esplorazione del sistema solare per il Jet Propulsion Laboratory della NASA, “quando si parla di Europa, non c’è migliore analogia sulla Terra del lago Vostok”.
Proprio come Europa, il lago Vostok è intrappolato sotto ilo ghiaccio e isolato dalla luce del sole.