generatore Searl

 sito web (in inglese)

Nel 1946 il professor Searl mise in pratica le visioni avute durante una serie di sogni che ebbe da ragazzo realizzando un prototipo di un particolare apparecchio che denomin S.E.G. (Searl Effect Generator).
I n breve, questo apparecchio costituito da una serie di tre anelli in cui vi sono dei rulli che ruotano intorno. Questo movimento rotatorio generato da una componente magnetica la quale inoltre in grado di generare una gran quantità di energia elettrica.
Quando in movimento l'apparecchio produce un campo gravitazionale che, respingendosi reciprocamente con quello della Terra, permette all'apparecchio di sollevarsi da terra come una specie di disco volante (dato che la forma proprio quella di un disco).  Durante uno dei primi esperimenti questo velivolo raggiunse un grado di carica elettromagnetica tale da farlo letteralmente schizzare in orbita per poi sparire nel vuoto.
Dopo questo fatto il prof. Searl mise a punto diversi sistemi per poter controllare meglio i comportamenti dell'apparecchiatura nonch i risultati in termini di rilascio di energia. I risultato non tardarono a manifestarsi tanto che i suoi prototipi erano in grado di surclassare (in termini di prestazioni) qualsiasi velivolo allora mai costruito.
Come purtroppo spesso accade, nei confronti di studiosi, sperimentatori d'avanguardia con idee rivoluzionarie viene messo in atto dalle istituzioni un vero e proprio ostracismo nel loro confronti e, in alcuni casi si arrivati addirittura a mettere a tacere queste voci eliminandole fisicamente. Nel caso del prof. Searl si arrivati all'arresto con una pretestuosa accusa di furto di energia elettrica dato che lo stesso aveva installato un SEG nella propria abitazione per produrre da s l'energia di cui abbisognava (in questo caso il SEG funge da vero e proprio apparecchio per la produzione di free-energy).
In seguito le autorit pensarono bene di far sparire bruciandolo tutto il materiale (progetti, attrezzature, fotografie, ecc.) accumulato da Searl, comprese tutte le prove sperimentali e le verifiche. Il professore si ritrov cos nella situazione di dover ricominciare tutto daccapo. Pochi giorni dopo anche la sua casa fu distrutta da un incendio fortuito.
A seguito di ci il professor Searl decise che la cosa migliore fosse di rendere pubbliche le sue ricerche in modo tale che le autorit non possano nascondere oltremodo questo genere d'informazioni.