il motore immoto

Ma, alla fin fine, che cos' dunque il moto perpetuo venuto fuori nella News precedente? Posso cavarmela (speriamo!) con una battuta: Il motore immobile.
Non occorre scomodare Aristotele o lEmpireo dantesco, bastano il notissimo Paperino (Donald Duck) e la sua automobile (vedi immagine).
Supponiamo che il nostro simpatico papero, irretito da un rivenditore imbroglione, abbia cambiato la sua mitica 313 con unauto elettrica a motore perpetuo, che cammina gratis.
Appena mette in moto sente il motore che gira come un orologio, ma innestata la marcia e alzata la frizione, per avviarsi e fare il primo giretto, ha una brutta sorpresa: il motore si ferma.
Riavvia e sembra tutto a posto, d gas ma l'inconveniente si ripete sempre: la macchina non si sposta di un millimetro e il motore puntualmente si blocca!
Paperino si innervosisce, sbraita e sicuramente manda improperi, nella sua intraducibile parlata, contro chi lha truffato, e forse ripetendo a se stesso, galileianamente, eppur si muove!
La morale di questa favola che lauto equipaggiata con una pila di Volta o di Zamboni, che danno s tensione (scossa, formicolio, ecc.), ma non forza motrice.
Sono, per così dire, pile swattate, o sfaticate, per capirci: non erogando nessuna coppia non possono vincere nessuna resistenza! n compenso per, consolazione ben magra!, come già  detto, a vuoto girano del tutto gratis.
Come gli storici della scienza pi documentati ben sanno la pila senza forza di Volta stata gradualmente, e purtroppo in sordina (specie in Italia), soppiantata dalla pila di Galvani, questa s efficiente e infaticabile
Basti ricordare lo sbotto di Matteucci, sostenitore, assieme a De La Rive, della forza elettrochimica e uno dei maggiori oppositori della voltiana teoria del contatto: Finiscasi una buona volta di venirci a parlare di forza elettromotrice!