Come funziona l'apparecchio che produce ll seme del calore naturale

I due apparecchi A + B, produttori dei monopoli positivi e negativi, caricano il contenitore in alluminio C di energia solare (colore giallo) e di energia terrestre (colore blu).
All'interno del contenitore C avviene la miscelazione delle due energie (solare + terrestre di colore verde), la stessa cosa che fa Madre Natura sul nostro pianeta, continuamente. Su questa miscelazione di energie (colore verde) si può imprimere lo stampo di qualsiasi seme tra le materie esistenti sulla Terra:
basta avere a disposizione un campione del seme della materia desiderata.
Nel nostro caso il seme è quello del calore.
Per produrlo si deve ricorrere ad un espediente, applicando sotto il contenitore C una sorgente di calore artificiale.
Trascorso qualche giorno, dalla piccola apertura L fuoriesce un gettito di energia ritmica magnetica del calore, che si proietta, automaticamente, nel centro della parabola D.
Tale parabola ha un doppio fondo, riempito con trucioli di alluminio, che servono a miscelare e trattenere le due energie: in pratica essa ripete ciò che accade nel contenitore C; l'unica differenza tra i due apparati è che nel contenitore si imprime il calore artificiale sul ritmo verde, mentre nella parabola si dà l'imprimatura del seme magnetico sul ritmo generale naturale.
Inoltre, la parabola è collegata ai suoi estremi - con altre due parabole speciali (E + F), unite a loro volta con due potenti antenne (G + H), una aerea, l'altra sotterranea.
Così congegnata la parabola possiede un ritmo di energia magnetica naturale di forte intensità, tale da consentirle, in opportune condizioni, la composizione delle materie.
Tornando al gettito di energia ritmica magnetica del calore, questo si introduce nella parabola, congiungendosi al ritmo naturale Sole-Terra.
Ed è proprio sull'energia miscelata della parabola che viene impressa la forma del seme del calore, avviando un processo di autogenerazione di energia termica, nello stesso modo in cui si genera calore all'interno della crosta terrestre.
Il seme in questione ha la proprietà di emettere continuamente calore, fintanto che il contenitore C rimane collegato con la parabola D.
Pertanto, se togliamo la fonte di calore artificiale 1, alcuni giorni dopo che si è formato il gettito di energia ritmica magnetica del calore, tra la parabola ed il contenitore si avrà sempre (sia di giorno che di notte) energia termica disponibile, gratuitamente, grazie all'energia ritmica solare.
PS: È in progetto nel nostro laboratorio uno schema per costruire, tramite monopoli magnetici positivi e negativi, un disco rotativo volante ad altissima velocità (da 20.000 a 30.000 Km orari).