gli Ogm entrano nei pannelli solari

marzo 2011
Costruire il pannello solare fotovoltaico inserendo gli OGM per aumentarne l’efficienza.
Per la precisione si tratta di servirsi di un virus geneticamente modificato per compiere un determinato lavoro al posto delle macchine o dell’uomo.
La cosa è abbastanza complicata, se la sono inventati gli scienziati Xiangnan Dang e Hyunjung Yi, che sono cinesi ma lavorano in America, al Mit.
Per migliorare l’efficienza delle celle solari i due scienziati usano cilindri cavi in carbonio, i famosi “nanotubi”.
Solo che non è facile realizzare questi nanotubi perché alcuni escono fuori con le caratteristiche dei semiconduttori mentre altri con quelle dei metalli.
Per il fotovoltaico servono solo i nanotubi semiconduttori, e qui entra in gioco il virus Ogm nato proprio per legarsi ai nanotubi giusti e fare il lavoro per noi.
Decisamente una via complicata per ottenere un miglioramento dell’8-10% dell’efficienza.