massaggio tantrico 

bilanciamento tantrico
Il massaggio può richiedere due ore di sforzo focalizzato e concentrato.
Prima che venga rilasciata l'energia kundalini, le cinque regioni dell'asse vertebrale devono essere rilassate.
Questo è solitamente fatto attraverso la manipolazione della muscolatura limitrofa alla spina dorsale.
Partendo dalla ragione inferiore, verso l'alto, la letteratura anatomica tantrica definisce le regioni dell'asse vertebrale come: coccige (che consiste nell'osso sacro e le prime quattro vertebre incomplete), lombare (le successive cinque vertebre), dorsale o schiena (12 vertebre) e cervicale o collo (sette vertebre). Queste cinque regioni corrispondono rozzamente ai cinque centri chakra inferiori.
Da una prospettiva tantrica, si ritiene che il midollo spinale sia adagiato all'interno dell'asse vertebrale e si estenda verso il basso dal quarto ventricolo del cervello fino alla regione del coccige, dove si restringe in uno stretto finale simile a capelli chiamato "filum terminale".
Il midollo spinale stesso è formato da due metà simmetriche unite fra loro lungo una linea centrale. La stessa linea di giuntura è un minuto condotto chiamato "canalis centralis" o canale centrale (sushumna).
E' attraverso questo passaggio che l'energia kundalini, una volta rilasciata e guidata verso l'alto, può vitalizzare i sei centri chakra lungo un invisibile percorso fino al cervello.
Particolare attenzione deve essere posta nel rilassare i muscoli adiacenti alla spina dorsale, cosa che preparerà il canalis centralis per il flusso verso l'alto dell'energia kundalini.
Una volta che schiena, spalle e collo sono aperti, l'estremità inferiore della parte posteriore del corpo andrà massaggiata vigorosamente, gambe, piedi e natiche compresi, per rilasciare la tensione nelle estremità inferiori e preparare il filum terminale ad incanalare il kundalini verso l'alto.
Con la parte posteriore del corpo rilassata, l'area pelvica inferiore è preparata al rilassamento chakra e all'apertura attraverso rotondi e penetranti colpi di massaggio nell'area sacrale e pelvica.
Questo è fatto per purificare il nadis principale o canale astrale così che le correnti kundalini possano fluire e unirsial Vishnu.
La linea di ascensione è sempre dal basso su verso l'alto.
Per questo motivo, il lavoro sul corpo comincia al livello inferiore.
Aprire i centri chakra e bilanciare deve essere fatto in ordine sequenziale, dalla radice, o MULADHARA chakra, all'insù attraverso gli altri centri chakra fino al SAHASRARA. Questa apertura è in preparazione di ulteriori rilasci e movimenti di energia kundalini
Mano a mano che la cavità pelvica inferiore inizia ad aprirsi grazie al massaggio profondo, i siti dei chakra superiori si preparano per l'apertura con tocchi gentili lungo la spina in direzione de collo.
Il chakra più alto, AJNA, e l'area SAHASRARA che si trova sulla sommità del capo, si preparano all'apertura attraverso un bilanciamento energetico ottenuto senza il contatto con il corpo. L'apertura dei chakra successivi, che vedremo ora, forniranno un passaggio che permetta alla forza kundalini di irradiarsi verso l'alto dentro a tutti gli altri centri chakra.
La parte di processo completata, con il cliente sdraiato col viso rivolto verso il basso, è in preparazione della seconda fase con il cliente sdraiato sulla schiena.
Una volta che i centri chakra sono vibranti e ardenti, l'energia kundalini contenuta nel chakra MULADHARA alla base della spina dorsale è delicatamente rilasciata.
L'energia kundalini, spesso chiamata "energia del serpente" a causa della sua forma quiescente, riposa arrotolata alla base dell'asse vertebrale.
Normalmente è statica e sigillata alla base della spina dorsale, appena oltre la punta dell'osso sacro. Attraverso il rilascio di quest'energia, la forza centripeta "Shakti" può essere indirizzata all'insù verso i chakra più alti, per completare un'unione con l'energia centrifuga "Shiva", la cui sorgente originaria è il sole.
Armonia e bilanciamento, secondo le credenze tantriche, vengono dall'unione di queste forme di energia polarmente opposte.
A questo punto della procedura, il terapista del massaggio deve blandire l'energia kundalini dalla forma serpentina per emergere ed innalzarsi attraverso la spina dorsale.
Non c'è a questo punto nessuna direzione preferenziale per il lavoro sul corpo, dato che l'incanalamento ed il bilanciamento dei chakra sono difficili da predire.
Spesso la mera esperienza del primo rilascio di energia kundalini è così drammatica che difficilmente l'energia si innalza al di sopra del primo o secondo chakra.
Dopo un po' di pratica, comunque, può essere raggiunta la completa esperienza yoga. Quando ciò è fatto, avviene il rilascio dell'energia kundalini matura, e l'esperienza è inimmaginabile.
Fuoco liquido corre su lungo la spina dorsale, attraverso la testa e la sommità del corpo con un'intensità incredibile.
Il corpo umano diventa, per un istante, una barra incandescente posta tra le due forze polarmente opposte della natura.
Durante questo processo di rilascio, e attraverso il successivo bilanciamento tantrico per riguadagnare l'equilibrio, esiste una responsabilità condivisa tra il terapista massaggiatore e la persona che riceve il trattamento terapeutico.
Deve esserci un accordo per lavorare insieme in uno stretto legame di fiducia, apertura e condivisione.
Dato che l'energia kundalini è così potente, fondamentale e radicato nella sessualità umana, è di vitale importanza un elemento di chiaro intento professionale e di rispetto. S
e i partner sono amanti, allora gli aspetti sessuali dello yoga tantrico possono essere esplorati per accentuare il flusso d'energia.
Se, altrimenti, non è questo il caso, il terapista deve mantenersi intensamente concentrato per non deviare da un trattamento professionale, anche se l'atmosfera è carica dell'energia kundalini.
Preparazione per una sessione di bilanciamento tantrico
La letteratura tantrica afferma espressamente che "la vera liberazione può avvenire solo attraverso l'esperienza.
Gli stati di coscienza non possono essere controllati e trascesi fino a quando e senza che essi sono vissuti liberamente e nella pienezza del loro potere".
Come ricevitore del bilanciamento tantrico, si è incoraggiato a partecipare attivamente al processo e ad avere un esperienza completa.
Il respiro, i suoni e i colori visualizzati giocano un ruolo importante nel muovere l'energia kundalini, così come la limpidezza emotiva.
La risultante unione delle forze energetiche Shakti e Shiva all'interno del tuo corpo è chiamata nei testi tantrici samarasa.
La letteratura tantrica dice pure che "è molto probabile che la più grande potenza di trasformazione sia più nell'attitudine che altrove."
Accettando la possibilità del cambiamento, il potenziale per la crescita, e la capacità di vera integrazione, specialmente durante il potente rilascio e movimento dell'energia kundalini, aiuterà a guidare questa forza impressionante all'insù attraverso i centri chakra.
Con un atteggiamento di accettazione e positivo, "il bilanciamento tantrico può muovere un individuo verso un piano di esistenza più soddisfacente"; uno dove c'è più amore, e in senso conclusivo, più stabilità.

Ayurvedico

Berbero

Breuss

Californiano

Cioccolato

Connettivale

Coreano

Craniosacrale

Digitopressione

Garshan

Hammam

Hawaiano

Kalari
idro
Idrosonico

Infantile

Linfodrenaggio

Pene

Pietre calde

Pindasweda

Piede

Polinesiano

Prostata

Reiki

Sensuale

shantala

Shiatsu

Svedese

tantrico

taurumi

thaimassage

tribe massage

TuiNa

vaginale

yoni

Watsu